testata cinese testata portoghese testata francese testata inglese testata latino testata coreano testata spagnolo2 testata spagnolo testata italiano testata albanese

Oltre le sbarre la speranza di ricominciare

Provincia Italia Centro Sud - Albania

Inserita il: 03/06/2017

4 commentario(i) ...


Coltivavo da qualche tempo il desiderio di poter conoscere da vicino la complessa realtà del carcere. Qui a Rieti, ho avuto la possibilità di poter varcare questa soglia e prendere visione della difficile realtà che tanti, giovani e adulti vivono all’interno di una cella. Tutto ha avuto inizio da un incontro con don Paolo il cappellano del carcere e sacerdote reatino.
Da quel momento in punta di piedi e tanta discrezione sto conoscendo un mondo forse sconosciuto a tanti, fatto di povertà, fragilità e solitudine. La vita di queste persone il più delle volte sembra destinata a non avere futuro, perché, fuori dai cancelli non c’è prospettiva di reinserimento ma sola diffidenza nei confronti di chi ha sbagliato e il carico per loro diventa doppiamente pesante. Non posso dire molto, perché sono all’inizio di questa esperienza. Una cosa però è certa: che, incrociare volti e ascoltare storie travagliate non lascia indifferenti. Riconquistare fiducia e dignità, non è semplice, ma camminare accanto senza tante pretese è un sentiero che lascia meno soli. Il carcereè di massima sicurezza e ospita sui trecento detenuti, italiani e stranieri. La mia presenza in tale situazione è di una diretta collaborazione con il cappellano don Paolo. Il mio esserci è solo, come accennavo, un camminare accanto a chi cerca un punto di riferimento e ascoltare una voce che lo sostenga: “La parola di Dio”.
 
Sono i primi e piccoli passi, che per me sono perle preziose. Spero che la sensibilità e interesse nei riguardi dei detenuti, portino a costruire progetti condivisibili  nel territorio e nella stessa diocesi .

 

Sr. Geltrude De Sanctis





Leggi i commenti


Albina Bosio

06/06/2017 | 14:25

Bella sfidante missione. Sono gli ultimi. Coraggio!

srestelita

05/06/2017 | 02:46

Tua missione Sr. Geltrude e' molto relevante, guardando la facia del Signore ai prigioneri. Prego per te.

Sr. Candida De Angelis

04/06/2017 | 10:10

Cara Sr. Geltrude. Leggendo la tua sperienza visitando i carcerati mi hai fatto pensare che e` una delle opere di misericordia corporali, brava. Abbi coraggio e prego perche` altri si uniscano a te, questi nostril fratelli ti saranno sempre riconoscenti.

sr Claudia Bartoli

03/06/2017 | 12:31

Gesù buon Pastore ti sia compagno di viaggio in questa bella esperienza. Ti ricordo

Scrivi un tuo commento


Tutte le informazioni e materiali contenuti in questo sito sono di responsabilità delle Suore di Gesù buon Pastore – Pastorelle.

Risoluzione per meglio visualizzare il portale - 1024 x 768px - Navigatori supportati: IE 7 o superiore - Chrome - Firefox - Safari - Opera

Copyright 2004-2012 - www.pastorelle.org - Tutti i diritti riservati.